Civitella Alfedena dall'alto, salita e discesa

Da Civitella Alfedena un breve ma spettacolare percorso permette, al prezzo di un minimo sforzo in salita e in discesa, di ammirare prima il paese e il lago di Barrea dall'alto, quindi - da posizione privilegiata - le montagne della Camosciara. Per poi eventualmente completare l'anello con il ritorno a Civitella attraverso il sentiero più basso che porta proprio al comprensorio della Camosciara. Una passeggiata che vale la pena di fare se si capita nei paraggi.

Civitella e il lago di Barrea da sentiero I5
Civitella e il lago di Barrea, salendo lungo l'I5

Il punto di partenza è il parcheggio in cima al paese: una volta raggiunto, dopo aver superato la fontana, si scende sulla sinistra (è segnalato sul muretto il sentiero I5) per attraversare un torrente e poi risalire con strappi abbastanza decisi, lasciandosi alle spalle i tetti delle case. Progredendo nell'ascesa si esce dal bosco per guadagnare una cima arrotondata. Il panorama su Civitella Alfedena e più sotto sul lago di Barrea è ora davvero notevole. Dopo averlo contemplato adeguatamente, si prosegue sul crinale rientrando nel bosco e quindi uscendone.

La Camosciara dal sentiero I5
La vista sui monti della Camosciara

La traversata prosegue: il sentiero si tiene in alto sulla destra (tocchiamo una quota di 1.270 metri) mentre a sinistra fanno compagnia le cime della Camosciara, con la loro bella mescolanza di bosco e roccia. Al successivo ritorno tra i faggi si inizia a scendere in modo piuttosto ripido, per poi arrivare in prossimità del Colle Santo Janni (1.145 slm), crocevia con il sentiero H3. Da Civitella il percorso ha richiesto circa un'ora e mezza, camminando senza fretta.

Sul crinale, lungo il sentiero I5
Sul crinale, lungo il sentiero I5

Qui si può decidere cosa fare. Prendendo l'H3 in discesa (sulla destra per chi è arrivato dall'I5) si raggiunge in una ventina di minuti Villetta Barrea, da dove si può tornare a Civitella per la strada asfaltata. In alternativa, percorrendo l'H3 verso sinistra si scende a Piano del Molino (in prossimità della strada (chiusa al traffico) che porta al piazzale alto della Camosciara. Poco prima della strada (e del pinte sul torrente che permette di raggiungerla) c'è l'incrocio con il sentiero I2 con il quale si può tornare a Civitella, sempre calcolando un tempo di percorrenza intorno all'ora e mezza.

Discesa verso il Colle Santo Janni
Inizio della discesa verso il Colle Santo Janni


Commenti

Post popolari in questo blog

Lago della Montagna Spaccata, quella bellezza non proprio naturale

In giro tra faggete e radure, un anello da Forca d'Acero

Il ponte di ferro e il paesaggio della Val Fondillo